Da ecomostro a studentato: nuovi spazi per gli studenti del Politecnico

In partenza i lavori per la riqualifica dell’edificio abbandonato in zona Corvetto a Milano, che entro 2023 darà alloggio a 213 studenti e studentesse

Dopo quasi dieci anni di abbandono, sono partite le prime operazioni per la messa in sicurezza del palazzo in piazza Ferrara a Milano, che diventerà uno studentato per 213 studenti e studentesse del nostro Ateneo.

L’edificio, all’angolo tra via Mincio e via Polesine, in zona Corvetto, è una struttura di cemento armato che già inizialmente dovrebbe dovuto ospitare una residenza per ragazzi ma che, per una serie di problemi burocratici, non ha mai visto la luce.

Dopo l’inizio dei lavori nel 2012 la struttura è stata abbandonata per quasi dieci anni, fino a quando la Regione, Aler e il Comune hanno affidato il completamento dell’opera al Politecnico di Milano, che avrà una concessione trentennale sull’edificio. Dopo la messa in sicurezza del cantiere, in autunno partiranno i lavori – finanziati dal Ministero dell’Istruzione e dall’Ateneo, per un totale di 8 milioni di euro – che riqualificheranno il palazzo e che verranno completati a luglio 2023.

studentato corvetto
Credits: Mi-Tomorrow

 “Il piano terra dello studentato è destinato ad attività di interesse pubblico sulla natura delle quali stiamo discutendo insieme con il Politecnico”, commenta l’assessore alle Politiche sociali e abitative del Comune di Milano Gabriele Rabaiotti.

Insieme allo studentato di Piazza Ferrara, nei prossimi anni altri 250 studenti saranno accolti in quello in via Baldinucci in Bovisa, incrementando di 500 posti circa l’offerta residenziale del Politecnico, che attualmente ospita 1700 studenti in sette edifici.

Credits header: La Scuola dei Quartieri

ALTRI ARTICOLI DELLA SEZIONEPolitecnico, Milano, Italia
IN PRIMO PIANO