gift home

Il Politecnico di Milano vince premio europeo per l’inclusione nello sport

Ricerca e innovazione tecnologica, da un lato, per lo sviluppo di ortesi di nuova generazione; sul fronte sociale invece, la ricerca ha coinvolto le famiglie, gli insegnanti della scuola primaria e le associazioni sportive. L’obiettivo è compensare il deficit funzionale dei bambini emiplegici, permettendo loro di avvicinarsi alla pratica sportiva insieme ai loro compagni di classe. 

È il progetto GIFT (enGIneering For sporT for all) del Politecnico di Milano, ed è tra i vincitori dei 2021 #BeInclusive EU Sport Awards, la competizione promossa dalla Commissione Europea per celebrare le organizzazioni che ricorrono allo sport per migliorare l’inclusione sociale di gruppi svantaggiati. GIFT ha ottenuto il primo posto nella categoria “Breaking barriers” Abbattere le barriere, dedicata a progetti che danno dimostrazione del concetto di resilienza fornendo esempi di come superare gli ostacoli alla partecipazione all’attività sportiva

gift
Credits: resegoneonline.it

Come punto di partenza, la ricerca si è concentrata su 19 bambini emiplegici frequentanti la scuola primaria, con l’ambizione futura di estendere il progetto nel tempo ad altre disabilità motorie, cognitive e sensoriali.  

A cura del laboratorio E4Sport, laboratorio interdipartimentale del Politecnico di Milano dedicato al mondo dello sport, GIFT è partito nel 2019 grazie alle vostre donazioni del 5 per mille e con il supporto di numerosi partner: IRCCS Eugenio Medea – Associazione La Nostra Famiglia, Università Cattolica di Milano, le associazioni Edumoto Yuky ONLUS, Polha Varese e Polisportiva Milanese 1979 Sport Disabili Onlus, assieme alle aziende ITOP, BTS e Math&Sport. Il progetto si avvale inoltre della collaborazione di Claudio Arrigoni (Gazzetta dello Sport). 

Credits home: www.som.polimi.it
Credits header: Photo by Anna Earl on Unsplash

Best Of Home

2021, un anno da ricordare: il medagliere politecnico

In questo primo “assaggio” del Best of 2021, vogliamo ricordare le vittorie che ci hanno fatti tifare al ritmo di #orgoglioPolitecnico. 

Un anno da ALUMNI! – commenta il Presidente Enrico Zio – Un anno che posso osare dire “normale”, vista l’eccezionalità della nostra comunità di Alumni. La serietà, la professionalità, l’etica e la dedizione degli Architetti, dei Designer e degli Ingegneri del Politecnico di Milano, uniti alla qualità delle loro competenze, portano “naturalmente” a questi grandi risultati. Allora, continuiamo a sorprendere il mondo con il nostro lavoro “normale”: io sono il Presidente di questa comunità, e me ne faccio vanto.

Mentre scriviamo, l’anno non è ancora finito e la lista potrebbe allungarsi. Sicuramente, poi, qualcuno ce lo saremo perso per strada: in quel caso, segnalatecelo e correggeremo. Certo è che queste cartoline dai podi del mondo, firmate da Alumni e studenti del Politecnico, sono una testimonianza della forza di questa community nei campi più svariati.  

medagliere

OLIMPIADI DI TOKYO 

Un anno fantastico per lo sport italiano, anche quello Made in Polimi, che, tra le molte vittorie, contribuisce al medagliere olimpionico con 7 medaglie. 

— 

Manfredi Rizza, Alumnus Ingegneria dei Materiali e delle Nanotecnologie, porta a casa l’argento nel K1 200 metri alle Olimpiadi di Tokyo 

Alberto Amodeo, studente di Ingegneria dell’Automazione, medaglia d’argento nei 400m stile libero alla Paralimpiadi 

Simone Barlaam, studente di Ingegneria Meccanica, oro nei 50m stile libero, argento nella staffetta 4×100 stile libero, argento nei 100m farfalla e bronzo nella staffetta 4×100 mista alle Paralimpiadi 

Giulia Ghiretti, studentessa di Ingegneria Biomedica, argento nei 100m rana alle Paralimpiadi 

La squadra maschile di inseguimento su pista ha vinto la medaglia d’oro e stabilito un nuovo record del mondo (3:42:032) in una gara all’ultimo secondo. L’impresa passa anche per il Politecnico di Milano, in particolare dalla Galleria del Vento. 

“Per preparare le Olimpiadi di Tokyo, i quartetti dell’inseguimento su pista maschile e femminile sono venuti in Galleria del Vento per ottimizzare le prestazioni dal punto di vista aerodinamico, verificando i materiali e la posizione in sella”, ha commentato il prof. Marco Belloli, direttore scientifico della Galleria del Vento.  

NON SOLO OLIMPIADI: UN ANNO DI PODI  

Febbraio 

Luna Rossa domina la Prada’s Cup battendo 7-1 l’equipaggio britannico: è in Coppa America per la prima volta dopo 21 anni. Nel team italiano anche quattro Alumni del Politecnico di Milano: 

Alessandro Franceschetti, Head of Structural Engineering, Alumnus Polimi Ingegneria dei Materiali
Fabrizio Marabini, Performance, Alumnus Polimi Ingegneria Aeronautica
Stefano Baruffaldi, Drone – Electronics, Alumnus Polimi Disegno Industriale
Andrea Romani, Base Operations Manager, Alumnus Polimi Architettura

Sfortunati durante la finale, l’equipaggio italiano rende onore agli avversari: “Abbiamo mostrato a tutto il mondo che possiamo farcela”, commenta il timoniere Francesco Bruni. “Non è finita la corsa di Luna Rossa in Coppa America, ci riproveremo con maggiore esperienza”. 

Luglio 

Grandissimo risultato per i ragazzi e le ragazze del team Polimi Motorcycle Factory nella competizione Moto Student VI edition: dopo tre anni di duro lavoro con Nyx, il prototipo #electric, si sono aggiudicati il primo posto come Best Industrial Project, il primo posto nella prova di accelerazione e la velocità più alta del campionato raggiungendo i 200.0 km/h. 

Ilaria Burattin, Alumna Product Design, che con le compagne ha centrato il titolo e il record italiano per club nella staffetta 4×400, con il tempo di 3’31”16. 

Ottobre 

Dopo la vittoria dello scorso anno, la squadra del Poli ha vinto anche la seconda edizione del “Leonardo Drone Contest. An Open Innovation Challenge”, competizione unica in Italia, lanciata da Leonardo per promuovere lo sviluppo dell’Intelligenza Artificiale applicata all’ambito dei sistemi senza pilota. 

Indy Autonomous Challenge: oro mancato d’un soffio per il team Polimove, che conquista il terzo posto e il record di velocità: “252 km/h, col motore che andava a 6000 giri: abbiamo fatto il record e ci siamo schiantati 10 secondi dopo”, commenta il prof. Savaresi, capogruppo del progetto. Sulla pista di Indianapolis si sono sfidati 28 team di oltre 500 studenti universitari appartenenti a 39 atenei di 11 Paesi.

Novembre 

Football americano, un altro bellissimo risultato per l’Italia: Alessandro Vergani e Tommaso Finadri; Alumni Ingegneria Aerospaziale, insieme a Riccardo De Mas; Alumnus Ingegneria dei Materiali e delle Nanotecnologie, si sono laureati campioni agli europei battendo in casa la Svezia 41 a 14.

4 Alumni del Politecnico nel team di Luna Rossa

L’equipaggio italiano ha battuto 7-1 quello britannico durante la scorsa Prada’s Cup, portando Luna Rossa in Coppa America per la prima volta dopo 21 anni.
Luna Rossa avrà l’occasione di sfidare il defender e padrone di casa Emirates Team New Zealand dal 6 marzo, nella 36ma edizione della Coppa America di vela, il trofeo sportivo più antico al mondo.

Le imbarcazioni utilizzate durante la finale sono un misto tra una barca a vela, un catamarano e un aliscafo. Chiamate, in maniera un po’ scherzosa «barche con i baffi», presentano appendici laterali il cui movimento permette allo scafo di navigare sollevato dalla superficie dell’acqua, raggiungendo quasi i 50 nodi di velocità, più di 90 km/h

I nuovi scafi sono frutto di tre anni di studio, prove ed esperimenti, eleganti nella loro aerodinamica perfetta, pronti a danzare sul campo di regata tra una manovra e l’altra, dovendo sempre fare i conti con i temutissimi cambi di vento. 

Nel team italiano anche quattro Alumni del Politecnico di Milano:

Alessandro Franceschetti, Head of Structural Engineering, Alumnus Polimi Ingegneria dei Materiali
Fabrizio Marabini, Performance, Alumnus Polimi Ingegneria Aeronautica
Stefano Baruffaldi, Drone – Electronics, Alumnus Polimi Disegno Industriale
Andrea Romani, Base Operations Manager, Alumnus Polimi Architettura

Cover photo © LM/DPPI/Chris Cameron / IPA

Credits home: https://it.fashionnetwork.com/news/Luna-rossa-vince-la-prada-cup,1281691.html

La ricerca, la scrittura e la raccolta delle news che parlano dei traguardi degli Alumni di tutto il mondo sono uno dei tanti servizi che offriamo gratuitamente a tutti gli Alumni del Politecnico di Milano. Vuoi darci una mano? Dona ora