design week home

Una Design Week politecnica

Come ogni anno, la Milano Design Week torna ad animare la città meneghina con eventi e installazioni, e anche da parte di Alumni e del nostro Ateneo. Vediamo quali! 

FLOATING FOREST 
Darsena, Viale Gabriele D’Annunzio 20 – Milano – dal 7 al 12 giugno, dalle 10.00 alle 22.00 

L’Alumnus Stefano Boeri realizzerà una foresta galleggiante nel pieno centro di Milano, in Darsena. Si tratta di Floating Forest, foresta multisensoriale galleggiante, progettata per Timberland, come ecosistema indipendente sull’acqua della Darsena, dove 610 alberi e più di 30 specie (tra cui alberi Acero, Betulla e Melo; arbusti come Aronia Nera, Ortensia, Mahonia e Pittosporo; erbacee perenni come Stipa, Eulalia, Anemone, Emerocallide, Verbena viola e Pampa) intendono moltiplicare la biodiversità, attivando i benefici ambientali legati alla forestazione urbana, in connessione con gli altri spazi verdi di Milano. L’obiettivo dell’installazione Floating Forest non è solo trasmettere nuove forme di responsabilità ambientale e nuove modalità di occupazione e trasformazione degli spazi urbani, ma offrire un luogo di incontro e conciliazione tra la sfera naturale e i cittadini.  

VISITA AL CENTRO DI RICERCA GIANFRANCO FERRÉ 
Centro di Ricerca Gianfranco Ferrè – Via Tortona, 37 – Milano9 giugno 2022, dalle 15.00 alle 20.00 

Il Centro di Ricerca Gianfranco Ferré, situato all’interno della sede della storica Fondazione Gianfranco Ferré, è dedicato al lavoro dello stilista, laureato al Politecnico di Milano nel 1969. Guidati dai ricercatori del Politecnico, i visitatori potranno visitare lo spazio della ex Fondazione, progettato dall’Architetto Franco Raggi, e conoscere il prezioso archivio costituito da più di 150.000 documenti e artefatti come schizzi, disegni tecnici, foto, abiti e accessori. 

Per informazioni 

Leggi anche: Al Politecnico di Milano nasce il Centro di Ricerca Gianfranco Ferré

ARCTIC-NORDIC-ALPINE – STUDIO SNØHETTA 
Atrio della Scuola AUIC – Via Ampère, 2 – Milano. Inaugurazione: 7 giugno 2022 

Una mostra sull’architettura contemporanea in paesaggi vulnerabili, che presenta progetti pionieristici dello studio di architettura norvegese di fama internazionale “Snøhetta” e indaga l’impatto che le nuove creazioni potrebbero avere sugli ambienti geografici dal clima estremo. In occasione dell’inaugurazione, lezione del fondatore di Snøhetta Kjetil Trædal Thorsen: “Nature as the Client”. 

Per informazioni 

L’INVENZIONE DI UN LINGUAGGIO. FRANCO PURINI E IL TEMA DELL’ORIGINE, 1964-1976 
Galleria del Progetto della Scuola AUIC – Via Ampère, 2 – Milano. Inaugurazione: 7 giugno 2022 

In mostra tavole di progetti, ampie serie di schizzi e studi che identificano nel disegno lo strumento privilegiato per pensare la costruzione, la città, il paesaggio, nonché il luogo da dove hanno origine le idee di architettura. In occasione dell’inaugurazione, lezione di Franco Purini “L’invenzione di un linguaggio”. 

Per informazioni 

PIERLUIGI CERRI: ALLESTIMENTI. IDEE, FORME, INTENZIONI 
Spazio Mostre Archivi Storici del Politecnico di Milano – via Candiani, 72 – Milano 

La mostra propone una selezione di 32 allestimenti di Pierluigi Cerri, studiati e ridisegnati grazie a uno scrupoloso lavoro d’archivio. Laureatosi al Politecnico di Milano, Cerri ha qui insegnato con Umberto Eco “Semiotica dell’architettura” (Facoltà di Architettura, 1969-71) e dal 2000 al 2010 è stato titolare del Laboratorio di Architettura degli Interni alla Scuola di Architettura Civile. 

Per informazioni 

AUTORITRATTO CON QUARTIERE: CITTÀ STUDI 
Piazza Leonardo da Vinci – Milano. 9 giugno 2022, dalle 11.00 alle 18.00 

In Piazza Leonardo da Vinci un’azione partecipata durante la quale abitanti, visitatori e curiosi collaboreranno alla costruzione di un racconto collettivo che metterà in mostra, attraverso la ricomposizione di “frammenti”, l’identità del luogo, presente e futura. 

Per informazioni 

SITUATED VOCABULARIES. RE-FRAMING PARTICIPATION WITH FRAGILE COMMUNITIES 
OFF CAMPUS Nolo – Mercato Comunale, Viale Monza 54 – Milano 

Un programma di 4 giorni (mostra + attività ibride) riguardante “Vocabolario di Quartiere”, il progetto di progettazione partecipata sviluppato presso Off Campus Nolo. 

DESIGN X DESIGNERS 
Edificio B2 – Campus Bovisa – Via Durando 10 – Milano 

Una grande mostra di progetti didattici provenienti da tutto il Sistema Design del Politecnico di Milano (Scuola del Design, Dipartimento di Design e Poli.Design), che mette in luce molteplici settori progettuali: dal prodotto industriale alla moda, dal design degli interni e dell’arredo alla comunicazione, senza escludere servizi, brand e strategia, transportation e design engineering. 

WE ARE! POLIMI TALENTS 
Salone Satellite – Fiera Milano – Rho 

In mostra i talenti del design Politecnico, riconosciuti con premi e menzioni negli ultimi 4 anni, che sono stati chiamati a raccontarsi attraverso prototipi e progetti. 

FROM DIGITAL TO DIGITALL 
Salone del Mobile – Fiera Milano – Rho 

Il Sistema Design presenterà la sua offerta didattica e formativa e le opportunità di ricerca e servizi attraverso un’esposizione interattiva. Il pubblico troverà – e potrà collaborare con – studenti e collaboratori di Scuola e Dipartimento che saranno alle prese con la realizzazione e finalizzazione di un oggetto fisico legato al libro nella sua forma primitiva, quella analogica. 

Per informazioni sulle numerose altre iniziative: https://dipartimentodesign.polimi.it/it/magazine/salone-del-mobile-2022   

Credits header e home: https://www.finestresullarte.info/

home supersalone

Torna il “Supersalone” del Mobile, a cura dell’Alumnus Stefano Boeri

 “Venezia col cinema e Milano col design danno un segnale al mondo che l’Italia è davanti a tutti. È così: siamo l’unico Paese che in questo momento è capace di reagire, di sfidare il futuro. Dobbiamo esserne orgogliosi perché è un momento unico”.

Così dichiara al Corriere della Sera Stefano Boeri, architetto e Alumnus del Politecnico, parlando del Supersalone, la nuova edizione del Salone del Mobile di cui è curatore, che per questo ritorno eccezionale verrà presentato con un nuovo nome e una nuova veste.

Credits: Laila Pozzo

«Il “supersalone” sarà il primo grande evento fieristico italiano dopo l’esplosione della pandemia. Super perché imperdibile. Imperdibile perché vedrà per la prima volta insieme i grandi brand del design, i giovani makers, le scuole internazionali, le grandi icone del design, i più grandi chef italiani e molti protagonisti della scena dell’arte e dell’architettura. […]. “supersalone” è la risposta solare di una SuperItalia alla lunga notte della pandemia».

L’evento, che continuerà fino al 10 settembre 2021 in Fiera Milano a Rho, ospita 425 brand, 170 creativi, 39 maker per un totale di 1900 progetti esposti in una galleria continua di più di 68000 metri quadrati. A questi si aggiungono una grande mostra del Museo del Compasso d’Oro (abbiamo parlato del museo qui) e incontri e talk con i protagonisti dell’architettura e del design, pronti a testimoniare quello che Boeri definisce “il simbolo di un nuovo Rinascimento”.

supersalone
Credits: agi.it

Tra le tante le novità di quest’anno, si contano la trasformazione dell’evento in qualcosa di fruibile da tutti e non solo dagli addetti ai lavori e l’integrazione tra fisico e digitale, che permette ai visitatori di compare i prodotti esposti inquadrando semplicemente un QR code. Una menzione speciale anche per l’aspetto green dell’evento: tutti gli allestimenti e i materiali verranno smontati e riutilizzati.

«Alla Fiera si pensava di arrivare a 30 mila biglietti:continua Boerisi diceva che questo sarebbe stato un punto di partenza buono, arrivare a 50 mila un successo. Noi ne abbiamo venduti già più di 30 mila, e siamo solo al primo giorno, quindi siamo già oltre quanto si sperava. E soprattutto il 50% di prenotazioni arriva dall’estero. Siamo già arrivati alla soglia minima per cui dire: “Ce l’abbiamo fatta”».

Credits header: https://www.salonemilano.it/it
Credits home: Laila Pozzo