regina de albertis home

L’Alumna Regina De Albertis è la prima donna a guidare l’Associazione Costruttori

Regina De Albertis, Alumna in Ingegneria Edile, è stata eletta presidente di Assimpredil Ance, l’Associazione delle Imprese Edili e Complementari di Milano, Lodi, Monza e Brianza.

De Albertis, che lavora nell’impresa di famiglia Borio Mangiarotti spa, di cui è direttore tecnico e consigliere delegato, è la prima donna a coprire questo ruolo e lo farà per i prossimi quattro anni.

“Ho scelto di accettare questa sfida, candidandomi alla guida dell’associazione perché in questo momento, così cruciale per le nostre imprese e per il territorio, dobbiamo lavorare insieme per costruire il nostro futuro ed innovare la nostra filiera, orgogliosi di essere costruttori e protagonisti della ripresa economica” ha dichiarato la nuova presidente.

regina de albertis
Credits Assimpredil Ance Milano Lodi Monza e Brianza

L’obiettivo sarà rimettere il territorio al centro delle strategie del Sistema Italia, perché al settore edile è affidata la riuscita del Pnrr: si tratta di una sfida che porterà “il Paese verso una vera rinascita in senso sostenibile, con un patto di fiducia tra generazioni, tra società civile e politica, tra economia e amministratori della cosa pubblica”.

L’affiancheranno, oltre a una squadra di  Vicepresidenti e un Tesoriere, anche i quattro coordinatori dei Consigli di Zona, che assicureranno all’Associazione il presidio dell’area metropolitana di Milano e delle province di Lodi e Monza Brianza, per facilitare il dialogo tra Istituzioni e stakeholder.

“La rigenerazione urbana guiderà la trasformazione green del Paese – continua De Albertis – perché dalle città può nascere un nuovo modello di sviluppo che consenta di trasformare il territorio invertendo tutti i parametri di consumo delle risorse, parametri che per secoli sono stati alla base dei modelli di crescita. La visione per il futuro deve prevedere la costruzione di alleanze di filiera in grado di affermare un nuovo modello di relazioni tra le componenti produttive, ma anche tra la filiera e la comunità. Oggi gli interventi sul costruito devono generare valore ambientale e sociale per le generazioni future”.

Con una donazione libera (scegli tu la cifra!) contribuisci insieme ad altri donatori a creare borse di studio per sostenere una o più studentesse che inizieranno a frequentare il primo anno di Laurea Magistrale dei corsi di Ingegneria che oggi hanno una bassa frequenza femminile. Dona ora

Credits home e header: Il Quotidiano Immobiliare