Yasmine Granata home

Yasmine Granata, giovane imprenditrice da Milano alla Sicilia

La startup “FRIDA” è una delle startup siciliane premiate durante il concorso “La tua idea di impresa in Sicilia”, bandito dalla Presidenza della Regione Siciliana e dall’Irfis, dedicato alle delle dieci migliori proposte di autoimprenditorialità presentate da giovani siciliani.

Frida nasce al Politecnico di Milano, dall’idea e dal brevetto di Yasmine Granata, 32 anni, Alumna magistrale in Design del prodotto per l’innovazione: si tratta di un’ortesi (ossia un apparecchio correttivo) per il trattamento della scoliosi idiopatica, realizzata con un materiale innovativo e brevettato per essere più leggero e confortevole, specificamente pensato per adattarsi alle abitudini degli adolescenti che devono portare il corsetto correttivo per ragioni mediche.

frida
https://www.98zero.com/

“Dall’età di 12 anni ho dovuto indossare un corsetto ortopedico, un’armatura in plastica che non mi ha permesso di vivere appieno la mia adolescenza”, racconta Granata a 98Zero (guarda la video intervista a questo link). Durante la tesi al Poli avvia quindi uno studio, coinvolgendo le officine ortopediche sul territorio, che la porta a sviluppare il progetto di un “corsetto” per adolescenti: “caratterizzato da un maggiore confort rispetto a quelli classici, grazie a un materiale da me stessa brevettato, ha maggiore traspirabilità e leggerezza”.

La forma e la struttura del corsetto inoltre ne aumentano l’efficacia, adattandosi a chi lo indossa e accelerando il processo di cura, grazie a un elettrodo interno posteriore per la stimolazione del tessuto paravertebrale e un elemento dinamico di spinta configurato per esercitare un’azione sul gibbo costale dell’utente.

Il progetto è stato incubato da PoliHub (leggi su MAP 8 come funziona l’incubatore del Politecnico di Milano): “qui ho potuto testare e verificare tutte le ipotesi su cui si basava il progetto. Avvierò la mia impresa in Sicilia, sperando di poter dare lavoro soprattutto alla gente del mio paese”.